TRATTAMENTO IPERIDROSI ASCELLARE

L’iperidrosi (sudorazione eccessiva) si distingue in iperidrosi focale quando coinvolge aree ben precise del corpo umano (ad esempio le ascelle) ed è trattata con la tossina botulinica e in iperidrosi generalizzata quando si tratta di sudorazione che coinvolge l’intero corpo, generalmente correlata con specifiche malattie come il diabete o l’ipertiroidismo o con infezioni, in questo caso viene curata la malattia che la causa.

L’iperidrosi ascellare viene trattata con la tossina botulinica (una sostanza naturale prodotta dal batterio Clostridium Botulinum) che blocca le terminazioni nervose che attivano le ghiandole sudoripare. Il trattamento prevede l’iniezione della tossina direttamente nel cavo ascellare attraverso alcune piccole punture distribuite omogeneamente nella zona specifica, in ambulatorio e senza anestesia.

La tossina botulinica richiede alcuni giorni per sviluppare la sua azione dando dei risultati visibili in un breve periodo. La sudorazione risulterà molto ridotta per alcuni mesi, se si desidera una riduzione stabile della sudorazione, il trattamento va ripetuto due o tre volte all’anno.