L’addominoplastica è un intervento di chirurgia estetica che consiste nella rimozione o spostamento del tessuto adiposo in eccedenza nella parte bassa e centrale dell’addome, consentendo di correggere il cedimento della parete muscolare dell’addome dovuto a ripetute gravidanze o rilevanti dimagramenti oppure a un eccesso di grasso e di cute.

Prima visita
L’addominoplastica è un intervento molto personalizzato che, come tale, necessita di un'accurata visita specialistica.
Durante la prima visita il chirurgo, dopo un colloquio nel quale vengono ascoltate le richieste della paziente e valutato lo stato di salute generale, viene determinata la quantità di tessuto che può essere eliminata o spostata.
Da quanto emerso dalla visita vengono scelte le modalità d’intervento e illustrate le prescrizioni pre-operatorie.

Prescrizioni pre-operatorie
Gli esami di base necessari all’intervento sono i seguenti:
- Esami del sangue
- Elettrocardiogramma

Sarà il chirurgo, in sede di visita, a determinare ulteriori approfondimenti clinici, in relazione all'anamnesi individuale.

Operazione
L’addominoplastica viene eseguita in anestesia generale con conseguente ricovero in clinica.
L'intervento consiste nell’incisione lungo la linea precedentemente tracciata sul corpo della paziente e nella rimozione o spostamento del tessuto adiposo al fine di ridurne il volume e rimodellare la forma dell’addome così da ottenere un risultato di bellezza naturale e armonica.

Decorso post-operatorio
Nelle 48 ore successive all'intervento è obbligatorio il riposo assoluto della paziente.
Il giorno seguente l’intervento la paziente dovrà iniziare una dieta leggera e dei piccoli movimenti.
Per i successivi 14 giorni la paziente dovrà indossare una compressione elastica sia di giorno che di notte e trattare la cicatrice con i medicinali prescritti dal medico.

Importante
Il risultato conseguito è duraturo solo se accompagnato da un’alimentazione sana e un’attività sportiva.