La mastoplastica additiva è un intervento di chirurgia estetica che consente di modificare la forma delle mammelle, ampliarne le dimensioni e di correggere un’asimmetria mammaria migliorando l’aspetto della donna.

La scelta delle forme e dei volumi delle protesi per ottenere un aumento delle mammelle, viene effettuata basandosi sulle dimensioni del torace e delle stesse, coniugando il desiderio della paziente alla valutazione attenta del medico che sarà rivolta ad ottenere un risultato di bellezza naturale e armonica.

Non esistono limiti d’età per sottoporsi a questo tipo di intervento, ma è preferibile attendere il completo sviluppo delle mammelle che avviene generalmente intorno alla maggiore età.

Prima visita: La mastoplastica additiva è un intervento molto personalizzato che, come tale, necessita di un'accurata visita specialistica.
Durante la prima visita il chirurgo, dopo un colloquio nel quale vengono ascoltate le richieste della paziente e valutato lo stato di salute generale, viene esaminata la forma e le dimensioni delle mammelle per illustrare le possibili modificazioni.
Da quanto emerso dalla visita vengono scelte le modalità d’intervento e illustrate le prescrizioni pre-operatorie.

Gli esami di base necessari all’intervento sono i seguenti: Ecografia delle mammelle e/o mammografia ( a seconda dell’età della paziente), Esami del sangue, Elettrocardiogramma.
Sarà il chirurgo, in sede di visita, a determinare ulteriori approfondimenti clinici, in relazione all'anamnesi individuale.

Operazione: La mastoplastica additiva viene eseguita in sedazione in regime di day-hospital.
L'intervento dura 1 ora e termina con una medicazione costituita da un reggiseno che verrà sostituito dopo qualche giorno.
Le vie di accesso maggiormente utilizzate nella chirurgia di aumento della mammella sono dall'areola, dal solco sottomammario oppure dalla regione ascellare.
Le incisioni sono poco visibili in quanto rimangono nascoste, rispettivamente, lungo il contorno dell'areola o nelle pieghe cutanee dell'ascella o della mammella.
Le protesi mammarie possono essere posizionate al di sotto del muscolo grande pettorale oppure al di sotto della ghiandola mammaria.

Decorso post-operatorio: Nelle 48 ore successive all'intervento è obbligatorio il riposo della paziente, infatti potranno verificarsi gonfiore, ecchimosi e indolenzimento nella regione mammaria.
A partire dal terzo giorno la persona potrà riprendere a svolgere una vita normale evitando attività faticose, saune, bagni turchi e l'esposizione al sole.
Dopo 4-5 giorni verrà rimossa la medicazione e la paziente potrà riprendere anche l’attività lavorativa se non eccessivamente faticosa.
Infine, dopo tre settimane dall'intervento la paziente potrà riprendere tutte le normali attività compresa quella sportiva.

Importante: L'impianto di protesi mammarie non provoca né aumenta l'incidenza di tumore al seno, di malattie autoimmuni o di malattie del tessuto connettivo.