La mastopessi è un intervento di chirurgia estetica che consente di ridare forma, proiezione e pienezza alle mammelle senza aumentarne o diminuirne il volume ma sollevando tutta la struttura mammaria che riposizionerà l’areola e il capezzolo in sede naturale dando al seno un aspetto più sodo, tipicamente giovanile.

La mastopessi è adatta a chi ha un seno cadente, poco sodo e quando i capezzoli puntano verso il basso, situazioni normali per chi ha avuto una grossa perdita di peso, per chi ha allattato o per la normale perdita di elasticità cutanea dovuta al rilassamento del seno durante la vita di una donna.

Prima visita: La mastopessi è un intervento molto personalizzato che, come tale, necessita di un'accurata visita specialistica. Durante la prima visita il chirurgo, dopo un colloquio nel quale vengono ascoltate le richieste della paziente e valutato lo stato di salute generale, Vengono esaminate le mammelle nella loro forma, volume e qualità della pelle e il posizionamento dell’areola e del capezzolo per illustrare le possibili modificazioni.
Da quanto emerso dalla visita vengono scelte le modalità d’intervento e illustrate le prescrizioni pre-operatorie.

Gli esami di base necessari all’intervento sono i seguenti: Tasso di protrombina, Tempo di tromboplastina parziale, Transaminasi, Emocromo, Glicemia, Velocità di eritrosedimentazione, Ionemia, Elettrocardiogramma.
Sarà il chirurgo, in sede di visita, a determinare ulteriori approfondimenti clinici, in relazione all'anamnesi individuale.

Operazione: La mastopessi può essere eseguita in anestesia locale con sedazione (la paziente è sveglia ma insensibile al dolore) in regime di day-hospital, oppure in anestesia generale con conseguente ricovero in clinica.

L'intervento di mastopessi consiste nell'asportazione della pelle in eccesso secondo un preciso schema, lo spostamento dell'areola nella posizione disegnata prima che la paziente venga addormentata e valutata secondo specifici calcoli anatomici e la conclusiva sutura.
Le cicatrici saranno posizionate nella piega mammaria, tra la piega mammaria e l'areola e attorno a quest'ultima.

Decorso post-operatorio: Nelle 48 ore successive all'intervento è obbligatorio il riposo della paziente, infatti saranno del tutto normali sintomi come stanchezza e intorpidimento.
Entro i primi 12/14 giorni dopo l'intervento la paziente dovrà assumere i farmaci prescritti e presentarsi alle medicazioni prefissate con il medico.
Dopo circa 12/14 giorni la paziente potrà tornare alle normali attività, sempre che queste non siano troppo pesanti principalmente per le braccia.
Infine, dopo tre settimane dall'intervento la paziente potrà riprendere tutte le normali attività compresa quella sportiva.

Importante: Il risultato sarà durevole nel tempo, ma gravidanze e importanti aumenti di peso potrebbero nuovamente modificare la forma del seno.