La liposcultura (o lipofilling) è un intervento di chirurgia estetica che consiste nel prelevare del grasso della paziente stessa (autologo) per iniettarlo come riempitivo in altre zone del suo corpo.

Prima visita: La liposcultura è un intervento molto personalizzato che, come tale, necessita di un'accurata visita specialistica. Durante la prima visita il chirurgo, dopo un colloquio nel quale vengono ascoltate le richieste della paziente e valutato lo stato di salute generale, viene valutata la quantità di tessuto che può essere eliminata o spostata. Da quanto emerso dalla visita vengono scelte le modalità d’intervento e illustrate le prescrizioni pre-operatorie.

Gli esami di base necessari all’intervento sono i seguenti: Esami del sangue, Elettrocardiogramma.
Sarà il chirurgo, in sede di visita, a determinare ulteriori approfondimenti clinici, in relazione all'anamnesi individuale.

Operazione: L'intervento consiste nell’aspirazione del grasso con delle sottili cannule per poi eventualmente centrifugarlo ed iniettarlo sempre con speciali siringhe nelle zone da riempire così da ottenere un risultato di bellezza naturale e armonica.

Decorso post-operatorio: Nelle zone in cui il grasso viene iniettato è presente un gonfiore per alcuni giorni ma la paziente può camminare ed essere dimessa il giorno seguente l’intervento.
Una terapia antibiotica iniziata il giorno precedente l’intervento proseguirà alcuni giorni dopo la liposuzione.
Durante le prime settimane, la paziente deve indossare una guaina elastica sia di giorno che di notte.
Mentre i lividi scompaiono in una decina di giorni, il gonfiore delle parti interessate dalla liposuzione permane per un paio di settimane.
Per la prima settimana dopo l’intervento è consigliato non stare a lungo in piedi, mantenere gli arti inferiori distesi e iniziare un leggero esercizio fisico.

Importante: Il risultato conseguito è duraturo ma una percentuale bassa di grasso, essendo autologo, tende a riassorbirsi entro alcuni mesi dall’infiltrazione in modo spontaneo.